•  Storia & Tradizione
    La Biomeccanica Teatrale
•  Mejerchol’d – Kustov - Bogdanov
    Mejerchol'd

•  Corso di formazione specialistica
    I corsi
•  Corsi propedeutici
    Gli insegnanti

•  La biblioteca
    la biblioteca
•  La videoteca
    la videoteca ti
•  Le dispense
    Le dispense

C.I.S.Bi.T.

Centro Internazionale Studi di Biomeccanica Teatrale
Storia & Tradizione (1/4):

La Biomeccanica Teatrale è un sistema di educazione teatrale “tradizionale”.

Le sue radici si fondano sulle ricerche attorno all’arte dell’attore compiute nei primi 20 anni del ‘900 da Vsevolod Emil’evic Mejerchol’d. Come per ogni altra arte, anche quella teatrale ha bisogno di regole chiare, tangibile, “scientifiche” da cui l’attore, creatore dell’opera d’arte e allo stesso tempo opera d’arte vivente, dovrà partire per rendersi creativo. La Biomeccanica Teatrale si compone di un programma costituito da 44 principi pedagogici che indirizzano costantemente l'allievo nel suo apprendimento e che sono la base da cui ogni attore deve partire per sviluppare la propria tecnica. Il punto centrale del sistema è il corpo dell’attore, visto come primo mezzo espressivo e creativo, principale strumento di comunicazione.


Solo quando il corpo riesce ad essere duttile come cera l’attore potrà esprimere tutto se stesso”.
Vsevolod Emil’evic Mejerchol’d

Il sistema di educazione, che Mejerchol’d strutturò per i suoi allievi, nasce dalla precisa esigenza di creare un attore nuovo, capace di superare sempre i propri limiti; un attore che non fosse schiavo dell’emotività e dell’istinto ma che entrasse in un processo creativo sempre cosciente.


®Claudio Massimo Paternò

Successivo

Microteatro © 2007 | Link utili | Mappa del sito | Login/Logout | Privacy - Termini Uso